Iscriviti alla Newsletter Gratuita!

Riceverai i nuovi post e subito in regalo per te,
l'estratto della mia guida "Bellezza Secondo Natura"

Come Fare un Detergente Ecologico per Vetri

Pubblicato da - 15 febbraio , 2010  |  5 Commenti

Lavare i vetri non sembra un’attività potenzialmente pericolosa (a meno che tu non cada dalla scala! 😉 ).

windowMa ci sono prodotti chimici dannosi come i solventi nei detergenti commerciali per pulire i vetri, e ogni volta che li adoperi stai inalando sostanze chimiche tossiche, le stai depositando sulla pelle e nell’ambiente!. Inoltre, i detergenti commerciali raramente danno i risultati pubblicizzati.

Le ricette fai da te per fare detergenti per pulire i vetri non sono nuove: in fondo, le persone dovevano pulirli già da molto tempo prima che arrivassero gli spray commerciali.

 

Ma i detergenti fatti in casa sono sicuramente un concetto nuovo per questa generazione!. Quindi questa è sicuramente una di quelle volte che guardando al passato si possono risolvere alcune questioni odierne.

Sotto trovi alcune ricette per pulire i vetri poco costose, facili da fare ed efficaci. Probabilmente hai già alcuni di questi ingredienti disponibili. Se non li hai, questi prodotti sono poco costosi da comprare e durano parecchio anche diluiti con acqua.

 

1. Aceto

Nessun elenco di prodotti per la pulizia fatti in casa sarebbe completo senza menzionare l’aceto. L’aceto bianco è un vero e proprio assassino dei germi e del grasso (non quello di sidro di mela, o gli aceti balsamici ecc…), ed è il campione del “senza aloni”, che tutte noi desideriamo per le nostre finestre. 😛

Puoi pulire i vetri usando solo aceto ed acqua – da 1 cucchiaino ad 1 cucchiaio di aceto per 2 tazze d’acqua (non andare troppo pesante con la quantità di aceto, perchè può appannare  i vetri).

Oppure puoi unire questo mix di acqua ed aceto con:

 

2. Sapone liquido

Alla soluzione acqua-aceto aggiungi 1/2 cucchiaino di sapone liquido naturale biodegradabile. Spruzzalo sui vetri, strofina con un panno morbido ed usa eventualmente un tergivetro per eliminare il detergente in eccesso.

Se preferisci, puoi usare anche solo sapone ed acqua. Mescola 1 cucchiaio di sapone vegetale (che sia fatto con ingredienti naturali, oli vegetali e amico dell’ambiente!), con 2 tazze d’acqua.

Metti a bagno una spugna e applicala sui vetri. Usa un tergivetro per eliminare gli eccessi e dai una passata con un foglio di giornale spiegazzato o un panno morbido.

 

Ricorda che i vetri andrebbero lavati quando il sole non gli batte contro. Infatti, se le finestre sono calde o gli batte sopra il sole diretto, i detergenti di pulizia (sia fatto in casa che commerciale) probabilmente lascieranno righe ed aloni sul vetro.

Se vuoi avere altre ricette e consigli per prenderti cura della tua casa in modo naturale ed ecologico, scrivi il tuo nome e la tua mail nel box “iscriviti alla newsletter” che trovi qui a fianco, e riceverai il mio ebook gratuito “Casa Naturale”.

Buona pulizia,

Graziella

Fonte foto:Image: ‘ru_zeya_orange_cat

5 Rimedi Naturali per Igienizzare le Superfici della Cucina

5 febbraio , 2010   |  16 Commenti

Spesso le malattie derivanti da prodotti alimentari iniziano proprio dalla cucina. I batteri che vivono nella nostra cucina comprendono lo stafilococco (che può provocare bolle e infezioni nelle ferite), la salmonella (che provoca diarrea grave), la shigella (che provoca anch’essa diarrea forte), e l’e-coli (che provoca diarrea con sangue). Questi germi tendono a proliferare su… continua a leggere

Come Fare un Detergente Ecologico per Vetri

15 febbraio , 2010   |  5 Commenti

Lavare i vetri non sembra un’attività potenzialmente pericolosa (a meno che tu non cada dalla scala! 😉 ). Ma ci sono prodotti chimici dannosi come i solventi nei detergenti commerciali per pulire i vetri, e ogni volta che li adoperi stai inalando sostanze chimiche tossiche, le stai depositando sulla pelle e nell’ambiente!. Inoltre, i detergenti… continua a leggere

5 Rimedi Naturali per Igienizzare le Superfici della Cucina

5 febbraio , 2010   |  16 Commenti

Spesso le malattie derivanti da prodotti alimentari iniziano proprio dalla cucina. I batteri che vivono nella nostra cucina comprendono lo stafilococco (che può provocare bolle e infezioni nelle ferite), la salmonella (che provoca diarrea grave), la shigella (che provoca anch’essa diarrea forte), e l’e-coli (che provoca diarrea con sangue). Questi germi tendono a proliferare su… continua a leggere

;