Iscriviti alla Newsletter Gratuita!

Riceverai i nuovi post e subito in regalo per te,
l'estratto della mia guida "Bellezza Secondo Natura"

Pavimento Pelvico e Perineo: Cos’è e Come Prendersene Cura

articolo pubblicato da il agosto 1, 2012

Pavimento Pelvico e PerineoChi è questo sconosciuto?
Il pavimento pelvico non è una singola entità ma è un insieme di muscoli e ognuno di questi muscoli ha un compito ben differente.
I suoi muscoli sono disposti su tre strati, che scorrono l’uno sull’altro.

Il primo strato che è quello esterno chiude le pareti degli sfinteri esterni. Quindi le pareti dell’ano e della vagina.

Lo strato centrale sostiene l’uretra, la vescica e la parete vaginale anteriore.

Lo strato profondo ricopre tutta la parte interna del pavimento pelvico. Sostiene il retto, l’ano e la parete posteriore della vagina.

Un pavimento pelvico tonico non solo ti aiuta nel sostenere gli organi ma permette alla vita sessuale di essere più soddisfacente perchè le pareti vaginali sono ben lubrificate e accostate l’una all’altra.

Uno stile di vita sano, un esercizio fisico costante aiutano il pavimento pelvico ad essere tonico quando subentra il parto e la menopausa che altrimenti porterebbe dei disturbi come la perdita di urina, di feci e dei rapporti sessuali senza piacere.

Perchè allora si viene a conoscenza del pavimento pelvico solo durante i corsi pre parto?
Purtroppo è sbagliato. Bisognerebbe esercitare questo muscolo fin da giovani.
Nei corsi pre parto viene segnalato alla donna la sua esistenza perchè lavorarci riduce un’eventuale episiotomia da parte dell’operatore o lacerazioni durante il parto.
Inoltre viene insegnato alla donna che esercizi fare dopo il parto per riportare la muscolatura pelvica alle condizioni iniziali.

Un perineo ben tonico prima è un perineo che riprende la sua tonicità anche dopo con maggiore facilità.

Ti consiglio di fare gli esercizi di Kegel:

1) Stringi e rilascia, diverse volte, fino a 50 volte consecutive.

Fai attenzione a non irrigidire i glutei e gli addominali. All’inizio non sarà semplice, ma con l’esperienza e la concentrazione riuscirai a farlo.

Rivolgiti alla tua ostetrica di fiducia per farti insegnare correttamente l’esecuzione di questo esercizio.

Per capire che stai usando i muscoli giusti prova a fare questo esercizio durante la minzione.
Interrompi il flusso della pipì, e poi rilascia, i muscoli sono proprio quelli li!

2) Stringi e tieni la contrazione.

Per ogni secondo di contrazione fai la stessa pausa.
Ad esempio: Tieni contratto il muscolo del perineo per 5 secondi e per i 5 secondi successivi devi stare a riposo e così via.

3) L’Ascensore.
Immagina che la tua vagina sia un ascensore. Stringi gradatamente, contando i piani dal pian terreno al 3.
Dal pian terreno sali al primo piano quindi stringete un pò. Dal primo piano sali al secondo quindi stringi ancora di più e così via fino al 3 piano.
Ora devi tornare indietro sempre contando i piani e rilasciando gradatamente. Salire è molto più semplice di scendere.

Con questi esercizi potrai:

– Migliorare la tua vita sessuale
– Risolvere o migliorare l’incontinenza da sforzo.
– Controllare la presenza di varici vicino l’inguine.
– Migliorare la sensazione di peso del pancione.
– Prevenire le emorroidi
– Migliorare la circolazione e quindi migliorare la sensibilità.

Se hai già patorito invece ecco come capire se hai una disfunzione del perineo:

1. difficoltà ad interrompere il getto urinario;

2. perdita di urina durante un colpo di tosse, starnuto, sollevamento della busta della spesa;

3. dolore durante i rapporti sessuali;

4. rumori di aria dalla vagina;

5. difficoltà a trattenere feci;

6. emorroidi;

7. stitichezza.

Riconoscendo una disfunzione del pavimento pelvico si può portare la donna a cambiare il proprio stile di vita e ad insegnarle gli esercizi in modo da aiutarla.

Se sei una donna molto giovane e riscontri 3 di questi sintomi elencati sopra hai una buona possibilità che l’incontinenza che hai  scompaia spontaneamente nei mesi successivi al parto, ma per 1 donna su 5 persisterà per sempre, peggiorando con l’età.

Al tuo benessere,

Graziella

Questo articolo è stato scritto da:

“Mi chiamo Notarantonio Sara Sissi e mi sono laureata presso la facoltà di Ostetricia dell’ospedale dell’Aquila con la tesi “L’ecografia in gravidanza” con il voto di 110 e Lode.
Mi occupo di gravidanza, nascita, puerperio, allattamento e puericultura promuovendo la consapevolezza, la scelta informata, l’accompagnamento ostetrico, la tutela del benessere materno – infantile e il diritto alla nascita indisturbata.
Sono specializzata sull’interpretazione del pianto, allattamento e sui gemelli.
Esercito l’attività ostetrica in regime di libera professione tramite www.corsipreparto.com e sono la Titolare dei servizi erogati su Milano e Monza.
Svolgo la mia professione accompagnando la Donna in ogni suo aspetto, dalla gravidanza con il lavoro corporeo a terra e in acqua, con il supporto e l’informazione, al momento del parto e della nascita e all’accompagnamento nei primi mesi a casa una volta dimessi dall’ospedale.
Lavoro nel rispetto delle emozioni, nella semplicità, nella tranquillità e dolcezza che ogni famiglia mi trasmette.
I Nostri servizi e le Nostre attività si rivolgono a tutte le donne in gravidanza, alle donne che ne progettano una, e alle già mamme. Ci rivolgiamo inoltre agli adolescendi e alle donne in menopausa.
Sono un’Ostetrica che accompagna le madri, i genitori, gli adolescenti e le donne durante il percorso della vita con disponibilità, amicizia e competenza…sono un’Ostetrica con la borsa del mestiere sempre pronta.”

Ecco cosa ti consiglio

Depressione: Ecco il Cibo che la Combatte
Come Sentirsi Bene Dentro e Fuori
Omeopatia
Allora Vuoi Allevare un Figlio in Modo Naturale?
13 Benefici dell'Omeopatia
Gli Alimenti Coltivati con Concimi Chimici Non Contengono Energia Vivente

Comments (16)

 

  1. Sara new mamy scrive:

    Ciao , ottimo questo articolo
    anch’io ho sentito parlare del muscolo pelvico per la prima volta al corso pre-parto; e non so se è stato grazie agli esercizi, che sto faccendo tutt’ora, ma quando ho partorito il ginecologo mi ha fatto i complimenti perchè ho partorito con semplicità e soprattutto non ho avuto bisogno di alcun punto.
    In oltre da quando ho deciso di usare per il mio bambino i pannolini lavabili ho optato anch’io per l’uso della copetta mestruale in modo da non inquinare con i miei assorbenti, e vi assicuro che espellere la copetta è un ottimo esercizio…
    P.s. Graziella ti ho lasciato un comento su come disintossicare la casa ho bisogno di un tuo consiglio grazie

  2. Grazie mille Sara per la tua testimonianza che dimostra quanto sia importante prendersi cura di questi muscoli durante la gravidanza sicuramente, ma anche senza pancione è altrettanto importante farlo.

    E poi Sara Notarantonio, l’ostetrica autrice di questo articolo, è stata molto brava nel raccontarci come fare concretamente.

    Grazie mille ad entrambe, buona giornata.
    Graziella

  3. Milena scrive:

    Consigliato vivamente a tutte le eta’ e si riscontrano comunque miglioramenti; e’ una atto di attenzione
    per la nostra mente e il nostro corpo!

  4. arianna scrive:

    ione ho sentito parlare quando ho partorito e l’ostetrica mi ha detto “hai un bel pavimento pelvico”.il corso pre parto non sono riuscita a finirlo…. poi mi sono informata …. l’articolo è fatto molto bene e completo.complimenti!

  5. barbottina scrive:

    Ciao Graziella, colgo quest’occasione per augurarti una buona e rigenerante pausa di riposo in compagnia delle persone a te care, ma voglio ringraziarti dei numerosi articoli oltre che molto interessanti che mi hanno arricchito in questi mesi. un caro saluto

  6. Grazie di cuore! 😉

    A prestissimo,
    Graziella

  7. Grazie di cuore barbottina e grazie mille anche ad Arianna e Fiammetta! 😉

    A prestissimo,
    Graziella

  8. Daniela scrive:

    ciao Graziella colgo l’occasione per ringraziarti dell’attenzione e puntualità con cui ci segnali articoli tanto interessanti…e attualissimi. Quando è nata la mia bimba purtroppo mi sono lacerata in più punti il pavimento pelvico e il perineo… la mia cucciola era davvero stanca di stare nel mio pancione…
    Volevo condividere con te anche questa curiosiotà. Ho letto che per rendere elastico il pavimento pelvico alcune donne fanno una preparazione, qualche settimana prima di partorire, con una tisana di foglia di lampone, che renderebbe i muscoli interessati al parto più elastici… Non so se sia realmente efficace, magari tu ne sai qualcosina in più? CMQ.grazie e buone ferie

  9. Ciao Daniela,

    scusa se ti rispondo solo adesso, ma in vacanza avevo una connessione quasi inesistente! 😉

    Per quanto riguarda le foglie di lampone sei bene informata, infatti è la bevanda preferita dai sostenitori del parto naturale. Si beve l’infuso di foglie di lampone nelle ultime 6-8 settimane di gravidanza e durante le doglie per preparare l’utero al travaglio. Le foglie contengono anche una buona quantità di ferro e calcio.

    Grazie per il tuo commento e a presto,
    Graziella

  10. Ari scrive:

    Salve,
    sono una ragazza di 19 anni, e dato che vorrei comprare una coppetta mestruale vorrei informarmi sullo stato del mio pavimento pelvico per capire bene che tipo di coppetta comprare: come posso capire con sicurezza se il pavimento pelvico è tonico?
    Non ho difficoltà ad interrompere il getto urinario, non ho problemi di incontinenza né di emorroidi, ma mi capita spesso di provare dolore durante i rapporti sessuali, a volte mi capita di fare rumori di aria dalla vagina (dopo alcuni rapporti) e sono leggermente stitica.
    Non faccio attività fisica, però spesso cerco di allenare (con contrazioni) i muscoli vaginali.

  11. Ciao Ari,

    sicuramente alla tua domanda Sara (l’ostetrica cha ha scritto l’articolo) saprà risponderti con molta più competenza di me.

    Comunque da quello che hai scritto, secondo me, con i suggerimenti che ha dato Sara nell’articolo e vista la tua giovane età puoi sicuramente migliorare la situazione.

    Certo è che l’attività fisica e lo stile di vita in generale ti aiuteranno senz’altro a migliorarne la tonicità.

    Per la leggera stitichezza ti consiglio di provare la mattina appena alzata (dopo esserti per bene spazzolata denti e lingua) a bere un bel bicchiere di acqua tiepida/calda. Vedrai come nel giro di poco migliorerai da quel lato (e non solo). E’ un toccasana!

    Ciao a presto,
    Graziella

  12. Valentina scrive:

    La moon cup o coppetta è eccezionale ma chissà perchè non si vede la pubblicità in TV o sui giornali!!!
    Io l’ho scoperta con il passaparola come credo sia stato per tutte visto che nessuno ne parla.
    Consigliatissima sia per l’ambiente che per il risparmio economico.

  13. Sonia scrive:

    Ciao, Valentina…ma dove si può comprare la moon cup? È la può usare qualsiasi donna?….grazie!

  14. Ciao Sonia,

    le coppette mestruali sono un ottima alternativa agli assorbenti, sono adatte a tutte…ecco dove puoi trovarle:
    http://www.macrolibrarsi.it/_coppette-mestruali_.php

    Buona giornata,
    Graziella

  15. GIOVANNA PETRO' scrive:

    Ho briciori alla vagina e alcune volte all’ano.
    Ho messo x 20 giorni a intervalli -colpotrophine- ovuli ma, ultimamente non funzionano più. sono veranente dissturbata dal bruciore. ora devo andare x visita urogenitale ma, il mio medico mi ha parlato di pav. pelvico.
    ma come si cura? ESISTONO CREME? comunque ho 70 anni. grazie mille?

Lascia un commento

;