Iscriviti alla Newsletter Gratuita!

Riceverai i nuovi post e subito in regalo per te,
l'estratto della mia guida "Bellezza Secondo Natura"

Guida alla Lettura delle Etichette: Conoscere gli Ingredienti dei Prodotti per la Cura della Persona

articolo pubblicato da il agosto 26, 2011

etichette prodotti bellezzaI prodotti migliori non vengono pubblicizzati con concetti non veri e sono privi di ingredienti potenzialmente nocivi.

Alcuni prodotti potrebbero essere descritti come “delicati” o “naturali”, ma poiché il governo non richiede test di sicurezza, le aziende che producono articoli per la cura della persona possono usare pressoché tutti gli ingredienti che vogliono, nonostante i rischi.

 

COME LEGGERE UN’ETICHETTA 

In ogni prodotto per la cura della persona devono essere mostrati gli ingredienti in esso contenuti.

Ecco come barcamenarsi all’interno dell’etichetta.

Iniziamo dai conservanti. Evita:

  • Gli ingredienti i cui nomi terminano con “paraben”
  • Metinal-Idantoinal-Idantoinal-Idantoina
  • Imidazolidinyl urea
  • Metilcloroisotiazolinone
  • Metilisotiazolinone
  • Triclosano
  • Triclocarban
  • Trietanolammina (TEA

  

  • Controlla l’inizio dell’elenco degli ingredienti, in cui vengono mostrati i saponi, i surfattanti ed i lubrificanti. Cerca di evitare gli ingredienti il cui nome inizia con “PEG” o hanno un “eth” nel mezzo (es. Sodium laureth sulfate).

 

PER GLI ADULTI

Molti genitori prestano più attenzione alla salute dei propri figli che alla loro, ma anche i corpi degli adulti possono essere danneggiati dagli agenti chimici tossici.

La lista della spesa più sicura stilata dall’EWG contiene nove suggerimenti per ridurre l’esposizione di tutti. Per esempio, acquista prodotti privi di profumi, evita lo smalto per le unghie e usa meno prodotti.

 

SOLO PER I BAMBINI

Con i bambini è necessaria una cautela extra, poiché sono esposti a più agenti contaminanti degli adulti.

Il loro metabolismo immaturo e i loro apparati sono notoriamente meno capaci di respingere gli attacchi dei prodotti chimici.

Anche dei danni minimi, nei corpi giovani possono portare a malattie, in una fase più avanzata della vita.

Segui i primi 5 consigli dell’EWG per i bambini:

  1. Usa meno prodotti ed usali meno spesso
  2. Acquista prodotti senza profumi
  3. Evita l’uso del talco
  4. Evita sempre i 6 principali agenti chimici sconsigliati ai bambini:
    • bronopol
    • butilidrossianisolo
    • acido borico e borato di sodio
    • Metinal-Idantoinal-Idantoinal-Idantoina
    • Ossibenzone
    • Triclosano

 

SUGGERIMENTI PER ACQUISTI PIU’ SICURI

 1) Evita prodotti che contengono ingredienti particolarmente nocivi, come mercurio, piombo, placenta ed i prodotti che li contengono.

 

2) Utilizza meno prodotti. C’è qualcosa che puoi eliminare dalla tua routine di bellezza o un prodotto che puoi usare meno frequentemente? Riducendo il numero di agenti chimici che entrano in contatto con la tua pelle ogni giorno, ridurrai i potenziali rischi per la salute associati a quei prodotti.

 

3) Leggi le etichette. Le pubblicità dei prodotti per la cura della persona,  inclusi gli spot che parlano di prodotti biologici,  naturali, ipoallergenici, non testati su animali e privi di profumi non sono definiti dalla legge e possono lasciar intendere tutto o niente.

Leggi attentamente l’etichetta per constatare che i messaggi pubblicitari sono effettivamente veri.

 

4) Usa saponi più delicati. Il sapone rimuove lo sporco ed il grasso dalla superficie della tua pelle, ma porta via anche gli oli naturali del tuo corpo.

Scegliere un sapone più delicato può ridurre la secchezza della pelle ed il tuo bisogno di idratanti per sostituire gli oli che la tua pelle può produrre naturalmente.

 

5) Riduci al minimo l’uso di tinte per capelli scuri. Molte contengono catrame minerale che in alcuni studi è stato trovato essere collegato al cancro.

 

6) Riduci l’uso di polveri, evita l’uso del talco sui neonati e sui bambini. Molti ingredienti che di solito sono contenuti nel talco, se inalati sono stati collegati al cancro e a problemi ai polmoni. Alcuni organismi preposti al controllo  avvertono che il talco può essere nocivo per i polmoni se inalato regolarmente.

 

7) Scegli prodotti privi di profumi. I profumi possono causare reazioni allergiche. A volte alcuni prodotti riportano sull’etichetta la scritta “senza profumo”, ma potrebbe non essere vero.

Potrebbero contenere delle fragranze che danno un odore neutro. Leggi l’etichetta degli ingredienti: in un prodotto davvero privo di profumi, la parola “profumi” non apparirà affatto. 

 

8 ) Riduci l’uso di smalto per le unghie. È uno dei pochi tipi di prodotto che di solito contengono degli ingredienti collegati ai difetti natali.

Applica lo smalto sulle unghie dei piedi, ma evita quelle delle mani. Metti lo smalto in una stanza molto ventilata, o all’aperto, o evita del tutto di usare gli smalti, soprattutto durante la gravidanza.

 

 Al tuo benessere,

Graziella

Ecco cosa ti consiglio

Pedicure Naturale al Miele
Bellezza Naturale: Ecco i Molteplici Usi del Bicarbonato di Sodio
Trattamenti della Pelle Naturali Antietà
22 Modi per Usare la Scorza di Limone
Ricette Naturali di Bellezza Fai da Te
La Mia Bibbia Degli Oli Essenziali: Scopri Tutti i Segreti, Benefici e Usi Degli Oli Essenziali

Comments (19)

 

  1. Un articolo molto utile .. Grazie

  2. paola scrive:

    E’ proprio tutto molto interessanre , grazie!
    Mi piace proprio questo giornale on – line

  3. Elisa Rebuffoni scrive:

    molto utile da sapere, soprattutto riguardo agli smalti.
    Grazie

  4. Ciao Paola,

    mi piace la definizione di giornale on line, carina! 😉 Grazie a te.

    Buona serata,
    Graziella

  5. Ciao Elisa,

    ce ne sarebbero di cose da dire sui prodotti in commercio, ci sono libri e interi siti che trattano a fondo l’argomento…è davvero scandaloso e illuminante allo stesso tempo scoprire e tenersi alla larga da certi prodotti.

    Grazie a te, a presto.
    Graziella

  6. Elisabetta Bonsi scrive:

    Grazie! Stavo cercando proprio questo! Certi prodotti li dovrebbero ritirare o per lo meno ci dovrebbe essere più chiarezza per legge.
    Ma dovrebbero essere più accessibili anche i proddotti naturali.

    Betta

  7. Eleonora scrive:

    Stanca dei prodotti da supermercato (molti dei quali contengono ingredienti chimici del tutto innaturali e poco salutari), sto cominciando, quando possibile, ad andare direttamente in erboristeria a fare i miei acquisti. La mia ultima scoperta? L’allume di potassio usato come deodorante spray. E’ al 100% naturale, antiodore (come suggerisci anche tu) e assolutamente efficace. D’estate soprattutto si quasi abusa del deodorante. Preferisco farlo con un prodotto naturale, che con il sale di alluminio contenuto nei tanti deodoranti da supermercato 😉

    Lo stesso ragionamento cerco di fare con la mia bambina. Avete provato mai ad usare cera d’api e olio extra vergine d’oliva come crema durante il cambio del pannolino? 😉

    Complimenti per il blog. Anche io ne ho uno simile 🙂

  8. Ciao Eleonora,

    benvenuta e grazie per il tuo commento. I tuoi suggerimenti sono ottimi, grazie.

    Anch’io uso molto la cera d’api come base per fare le mie creme naturali fai da te, è fantastica! 😉

    Complimenti anche per il tuo sito.

    A presto,
    Graziella

  9. Ciao Elisabetta,

    La chiarezza che reclami difficilmente potrà realizzarsi, perchè non c’è ragione per loro di farci scoprire certe cose (anzi!)…la chiarezza dobbiamo cercarla noi e fare le nostre scelte di conseguenza, solo così, se sempre più persone faranno scelte più consapevoli “costringeranno” le grandi aziende a comportarsi di conseguenza e a cambiare in meglio.

    Buona giornata,
    Graziella

  10. ricci scrive:

    Ciao Graziella,

    acido borico e borato di sodio sono la stessa cosa del borace?

    il borace non si può usare il per bucato? scusa ma sono un po’ confusa.

    grazie!

  11. Ciao Ricci,

    si la borace è chiamata anche sodio borato o sodio tetraborato decaidrato. La parte dell’articolo dove viene citato come suggerimento dell’EWG è riferito espressamente ai bambini, perchè anche se non è considerato tossico, tuttavia per ingestione, inalazione e contatto con pelle e occhi ha azione irritante. L’ingestione di grandi quantità può essere fatale, quindi è importante tenerlo lontano dalla loro portata.

    Ma per il resto, quindi per fare le tue ricette per la casa ecc.. lo puoi tranquillamente usare. E’ citato in tantissimi libri che ho letto, è tra gli ingredienti base per farsi le proprie ricette naturali in casa.

    E’ molto meglio dei pubblicizzati e osannati detersivi chimici, è poco ma sicuro! 😉

    Ciao buona serata,
    Graziella

  12. Katy scrive:

    Ciao Graziella!
    è la prima volta che scrivo e lasciami dire che i tuoi articoli sono davvero molto utili!
    Non ci sono prodotti che suggeriresti? Io ho guardato ma cavoli, queste schifezze si trovano proprio dappertutto!!!!!

    😉

    Buona giornata!!!

  13. Ciao Katy,

    grazie e benvenuta! 😉

    Certo che posso suggerire dei prodotti…ti dico come faccio io. Personalmente utilizzo tre strade per utilizzare ottimi prodotti, soprattutto sicuri e sani.
    1) Me li preparo da sola: puoi trovare nel sito tante ricette naturali per la cura del corpo e della casa nella categoria Bellezza e sotto la categoria Ambiente- Casa Bio.
    2) Ho la fortuna di avere vicino a casa un grandissimo ipermercato Biologico dove posso trovare tutto quello che mi serve.
    3) Acquisto on line: io utilizzo e mi trovo molto bene comprando su Giardino dei Libri dove c’è un’ampia scelta di prodotti naturali cosmetici, per la casa e per la salute ed il benessere. C’è davvero di tutto, ti metto i link alle due categorie dove puoi trovare ottimi prodotti:
    http://www.ilgiardinodeilibri.it/biocatalogo.php

    http://www.ilgiardinodeilibri.it/oggettistica.php

    oppure acquisto in questo sito: http://www.improntaverde.it

    Spero di esserti stata utile, adesso li aggiungo anche nell’articolo.

    Buona giornata,
    Graziella

  14. chiara scrive:

    ciao a tutte, proprio ieri ho chiesto alla mia estetista che è molto informata nel campo i rischi delle tinture per capelli e degli smalti in gravidanza. mi ha detto che la cheratina presente nei capelli e nelle unghie blocca il passaggio delle sostanze nocive quindi in buona sostanza bisogna evitare di toccare la cute ed è fatta. molto peggiore è la situazione degli shampoo che toccando la cute fanno passare i tensioattivi. sto cercando ricette naturali per gli shampoo ma al momento non ho trovato nulla avete qualcosa da consigliarmi?baci

  15. Ciao Chiara,

    personalmente credo che il fatto di non toccare la cute possa semplicemente “limitare” il danno, ma non escuderlo. Inoltre le difese che il nostro corpo attiva in situazioni particolari sono comunque esigue rispetto a quello che servirebbe, perchè non è l’unico fattore esterno che deve fronteggiare (pensa, ad esempio, anche solo all’inquinamento di una città e quindi allo “stress” a cui TUTTI i giorni i tuoi capelli sono soggetti), quindi la tinta è una cosa aggiunta.

    Capisco che stare nove mesi senza fare la tinta per qualcuna possa essere un problema, ma esistono oggi fortunatamente delle alternative naturali, quindi usiamole.

    Guarda ad esempio i siti che ti segnalo e vedrai che troverai smalti naturali, shampoo riflessante ecc…che faranno piacere a te ed alla tua creatura:

    http://www.improntaverde.it/

    http://www.fitocose.it/cosmetici_naturali_index.asp

    Ti segnali inoltre una serie di articoli del sito dove troverai consigli utili per la cura naturale anche dei capelli:

    http://naturalmentemamma.it/2011/07/01/ricette-di-bellezza-fai-da-te-a-base-di-miele/

    http://naturalmentemamma.it/2010/11/20/20-ricette-naturali-per-capelli-sani-e-robusti/

    http://naturalmentemamma.it/2010/07/08/noci-del-sapone-o-noci-lavatutto-detergente-naturale-tuttofare/

    http://naturalmentemamma.it/2010/04/14/bellezza-naturale-ecco-i-molteplici-usi-del-bicarbonato-di-sodio/

    Buona giornata,
    Graziella

  16. Roberta scrive:

    Ciao! Proprio oggi ho deciso di fare pulizia di tutti i prodotti che uso per igiene personale, contenenti sostanze nocive!!! Sono andata in erboristeria e grazie anche ad internet ho comprato prodotti naturali. Sono contentissima e vi consiglio di leggere sempre l’etichetta e se avete internet potete cercare il Biodizionario che racchiude gli ingredienti dei prodotti e cosí vi aiuta nel decidere cosa comprare!

  17. Grazie mille Roberta per i tuoi preziosi consigli! 😉

    Buona giornata e a presto,
    Graziella

  18. Jenna scrive:

    Ciao Graziella, hai un blog fantastico, lasciatelo dire! 🙂 ma come faccio a saper distinguere un buon deodorante da un altro? Mi sapresti dire quali sono gli ingredienti chimici cancerogeni per la pelle contenuti nei deodoranti?

    Grazie

  19. Ciao Jenna,

    grazie di cuore per i tuoi complimenti…mi fanno sempre molto piacere! 😉
    Per rispondere alla tua domanda ti voglio indicare una risorsa valida disponibile online. E’ il Biodizionario…semplicemente scrivi l’ingrediente di cui vuoi sapere la tossicità o meno e riceverai subito risposta. Clicca qui.

    Ti auguro una buona giornata,
    Graziella

Lascia un commento

;