Iscriviti alla Newsletter Gratuita!

Riceverai i nuovi post e subito in regalo per te,
l'estratto della mia guida "Bellezza Secondo Natura"

30 Modi per Disintossicare la Tua Casa ed il Tuo Corpo

articolo pubblicato da il febbraio 22, 2011

disintossicare casa e corpoImmagina di svegliarti senza dolori né fastidi, di affrontare la tua giornata con il pieno di energia e concluderla godendoti un ristorativo sonno notturno.

Poi, immagina di svegliarti e ricominciare daccapo. Credi sia impossibile?

Ripensaci. Il segreto sta nell’eliminare le tossine dal tuo corpo e dalla tua vita.

Le tossine possono farti sentire spossata, dolorante, pesante e fuori forma.

Le tossine possono anche essere uno dei fattori che contribuiscono allo sviluppo di malattie croniche come cancro, artrite, allergie e molte alte malattie gravi.

 

Ecco come cominciare:

1. Mangia cibo biologico per quanto possibile. La maggior parte degli alimenti contengono pesticidi nocivi ed organismi geneticamente modificati. Ecco altre 15 buone ragioni per mangiare biologico.

2. Prova a far sì che la maggior parte della tua dieta sia a base di verdure e di centrifugati. È facile,  mangiando abbondanti insalate e bevendo dei centrifugati freschi.

3. Impegnati a mettere in atto programmi periodici di depurazione o di disintossicazione: un giorno a settimana, un week-end al mese, o un periodo di disintossicazione più lungo in primavera e in autunno.

4. Utilizza la sauna per avere un supporto nell’eliminazione delle tossine attraverso il sudore. Naturalmente prima di iniziare un programma di saune consulta il tuo medico.

5. Allunga quotidianamente i tuoi muscoli: yoga, tai chi e qigong sono ottime discipline.

6. Ai prodotti di pulizia chimici preferisci detergenti naturali. Bicarbonato di sodio, aceto ed estratto di semi di pompelmo possono sostituire pressoché tutti i detergenti chimici. Scopri la pulizia ecologica.

7. Evita di usare i pesticidi chimici in casa. Usa il bicarbonato di sodio con zucchero o olio essenziale di menta piperita.

8. Leggi le etichette sugli alimenti ed evita quelli che non conosci.

9. Per la cura della persona e per i cosmetici evita i prodotti chimici sintetici. Leggi le etichette ed evita gli ingredienti che non conosci. Non c’è l’etichetta? Evita quel prodotto. Evita categoricamente quelli che contengono: parabeni, dietanolammina (DEA), o ftalati.

10. Come integrazione alla tua dieta bevi ogni giorno il succo di erba di grano. Il succo di erba di grano dal punto di vista nutritivo equivale ad un’abbondante quantità di verdure.

11. Prendi quotidianamente delle compresse di chlorella o di spirulina o aggiungile ai cibi che prepari per integrare la tua dieta e per aiutarti a raggiungere la quantità di nutrienti di cui hai bisogno.

12. Fai attività fisica per 45 minuti al giorno. Camminata veloce, balzi, corsa, bicicletta, sci di fondo sono tutte ottime scelte. Consulta un medico prima di iniziare.

13. Mangia tutti i giorni almeno 3 dei cibi maggiormente disintossicanti. Alcuni dei migliori disintossicanti sono: broccoli, aglio, spinaci, cavolo, cavolini di Bruxelles, zenzero e curcuma.

14. Scambiati massaggi con il tuo partner. Il massaggio migliora la circolazione e aiuta a mettere in movimento la linfa (la linfa raccoglie le tossine attraverso il corpo, in modo che possano essere eliminate).

15. Dai un calcio alle abitudini. Se fumi, smetti. Se sei esposto a fumo passivo, cerca di evitarlo.

16. Taglia il consumo di alcol. L’alcol deve essere filtrato dal fegato, che ha più di 500 altre funzioni. Anche consumarne in maniera moderata aumenta il rischio di malattie come il cancro al seno.

17. Elimina le tossine in casa e nel garage. Naturalmente, disfatene nella maniera corretta, a seconda delle norme della tua comunità e nel rispetto dell’ambiente.

18. Aggiungi un filtro all’acqua del rubinetto. Anche una Brita ti potrà essere utile per rimuovere alcune delle impurità dalla tua acqua.

19. Getta via le padelle anti-aderenti. Teflon, Silverstone ed altri rivestimenti emettono perfluorochimici nocivi (PFC). L’EPA li classifica come cancerogeni.

20. Per la tua casa scegli tinture senza VOC. I VOC sono composti volatili organici, molti dei quali sono correlati al cancro.

21. Smetti di utilizzare il forno a microonde per il tuo cibo. Le microonde cambiano la struttura delle proteine del cibo, rendendolo potenzialmente nocivo per il tuo corpo.

Le microonde emettono anche radiazioni che possono essere dannose per le persone che si trovano nelle vicinanze.

Usare il forno a microonde è una delle scelte più deleteree che puoi fare per te e la tua famiglia!.

22. Nella tua casa installa un rilevatore di monossido di carbonio se hai un impianto di riscaldamento a gas, a petrolio o un altro tipo di combustibile.

Il monossido di carbonio è inodore ma può causare problemi di salute come mal di testa, stanchezza e perfino la morte.

23. Elimina le muffe. Poche gocce di olio di tea tree su un panno possono essere utili per pulire le pareti, i pavimenti ed altre superfici e per aiutare ad eliminare la muffa.

24. Per la pulizia passa dalle spugne ai panni naturali. La maggior parte delle spugne sono state trattate con un prodotto chimico chiamato triclosano, che è tossico per la pelle e per il sistema immunitario.

25. Abbassa la fiamma dei fornelli. Quando l’olio da cucina inizia a fumare, è già diventato tossico per il tuo corpo.

Per cucinare scegli soltanto oli pressati a freddo, dal momento che la maggior parte degli oli sono stati trattati ad alte temperature durante la lavorazione e sono già tossici per il corpo prima ancora di essere usati.

26. Smetti di mangiare prodotti da forno con coloranti artificiali. Possono avere un bell’aspetto ma le ricerche attribuiscono ai coloranti alimentari ed alle tinte artificiali effetti tossici sul cervello e sul sistema nervoso, in particolare per i bambini.

27. Smetti di usare i profumi. La maggior parte dei profumi e delle colonie, delle candele profumate, dei profumatori d’aria, dei pout pourri, dei saponi per il bucato, degli ammorbidenti e dei foglietti per l’asciugatrice sono pieni di ingredienti tossici che sono stati correlati a squilibri ormonali, sbalzi d’umore, stanchezza, danni cerebrali e molti altri sintomi.

28. Non riscaldare e non conservare il cibo nella plastica. La maggior parte delle plastiche contengono bisfenolo-A (BPA), che migra nel cibo conservato in questi contenitori. Il BPA è correlato a problemi alla tiroide e ad altri problemi ormonali.

29. Non usare naftalina. La naftalina contiene paradiclorobenzene, che è altamente tossico. Piuttosto scegli bustine con erbe naturali ed oli essenziali come rosmarino, lavanda, timo e menta, che sono anti tarme naturali.

30. Riduci l’apporto di carne nella tua dieta.

 

Al tuo benessere,

Graziella

 

RISORSE UTILI:

Se vuoi ritrovare energia e salute e scoprire tutti i modi naturali possibili per depurare il tuo corpo e la tua mente, allora il programma Energy Training è il programma che fa per te!.

Ecco cosa ti consiglio

Affrontare le Sfide per Crescere Bambini Sani
Come Fare in Casa il Detersivo per i Piatti
Le Mamme e L'Ecologia
15 Modi Eccezionali di Usare il Dentifricio
Tinteggia la tua Casa con Pitture "Verdi"
Candeggina Naturale Fatta in Casa

Comments (12)

 

  1. Da stampare e tenere sul frigo..buona giornata e grazie per gli spunti di riflessione farsi domande così importanti stimola sempre considerazioni utili ..e semmai a piccoli passi uno stile di vita più consapevole ,ecologico e responsabile verso se stessi , l’ambiente e i nostri figli .noi ci stiamo provando..
    ps.ma per la muffa il tee oil come si usa? doppie grazie

  2. Per fare un’antimuffa con il tea tree, puoi preparare uno spruzzino con 1 tazza scarsa di acqua, una tazza abbondante di aceto bianco e 2 cucchiaini di tea tree.

    Spruzzalo sulle superfici, lascialo agire per un paio d’ore, poi pulisci con un panno morbido, e rispruzza ancora lasciando asciugare senza sciacquare.

    Ciao a presto e grazie,
    Graziella

  3. Elisa Rebuffoni scrive:

    ottimi consigli, GRAZIE.

  4. Sara new mamy scrive:

    ciao Graziella sto seguendo i tuoi consigli e mi trovo benissimo, ultimamente però i detersivi vado a comprarli in un negozio di prodotti biologici e mi assicuro della naturalita e che siano biodegradabili al 100% o quasi.
    Volevo un consiglio su come convincere mia cognata ad usare meno candeggina, la usa davvero da per tutto, dentro il wc, nelle stoviglie, nei pavimenti, nella lavatrice, nei muri per la muffa….
    Qualche tempo fa è dovuta andare in pronto soccorso per una irritazione alla pelle delle mani e delle braccia, dovuta alla candeggina ma questo non l’ha fermata.
    Non ti dico quando uno dei suoi due bimbi, 5 e 8 anni, stanno male secondo lei non c’è miglior disinfettante della candeggina.
    Le ho consigliato il percarbonato di sodio ma mi ha risposto che non sbianca bene come… sai tu cosa!!!
    Hai qualche prodotto più naturale da poter sostituire alla candegina da consigliare?
    Grazie per i tuoi consigli sempre utili

  5. Ciao Sara,

    grazie per il tuo commento e grazie per seguire i miei consigli con tanto affetto! 😉

    La “mania” di cui è “vittima” tua cognata è davvero molto diffusa ed è sicuramente molto dura da estirpare, perchè come tutte le brutte abitudini se non parte da lei la volontà di liberarsene o per lo meno di sostituirla, credo che tu possa fare ben poco. Ma brava comunque per provarci!

    Tant’è che vedi che neanche di fronte alla reazione violenta fisica nei confronti di questa sostanza si è convinta della sua tossicità.

    L’ingestione accidentale di candeggina da parte dei bambini al di sotto dei 6 anni è la chiamata più frequente ai centri antiveleno. Inoltre, soprattutto se contiene cloro attivo si potrebbero scatenare reazioni chimiche e gas molto tossici per i polmoni (pensa che venivamo utilizzati addirittura come arma chimica durante la prima guerra mondiale). Quindi non andrebbe mai utilizzata in acqua bollenteo perlomeno ne andrebbe comprata una priva di cloro.

    Poi c’è da considerare il tam tam mediatico che in tanti anni ha fatto di tutto per convincere le donne che per disinfettare, pulire e tenere al sicuro la famiglia non c’è niente di meglio che un bel flacone di candeggina sempre pronto all’uso. Credo sia uno dei detergenti più difficili da abbandonare.

    Ho un’amica che lavora in un asilo nido dove si occupa principalmente di pulire, che era fiera di utilizzare la candeggina per pulire tutto, perchè credeva di fare del bene ai bimbi dell’asilo nido. C’è voluto parecchio per convincerla del contrario! Ma ci si può riuscire…

    Comunque le alternative ci sono, ma è la sua motivazione che ci deve essere affinchè funzionino.
    Per la lavatrice, basta aggiungere alla ricetta base del detersivo liquido, che trovi qui, mezza tazza di succo di limone o aceto bianco con 6 gocce di olio essenziale di limone. Per un maggior potere sbiancante, bisogna fare asciugare i capi al sole.

    Il mio migliore amico in casa è e sarà sempre l’aceto bianco, poi il bicarbonato, il percarborato di sodio, il limone, gli oli essenziali, l’estratto di semi di pompelmo, la soda…poi con una buona guida all’utilizzo, come i tanti articoli di NaturalmenteMamma sulla cura della casa, tutti ne trarranno benefici.

    Grazie ancora Sara e buona giornata,
    Graziella

  6. Sara new mamy scrive:

    Grazie e non mollo, prima o poi riuscirò a convincere mia cognata a usara al minimo questo suo veleno preferito

  7. Sara new mamy scrive:

    Ciao Graziella,
    settimana scorsa sono riuscita ad eliminare tutti i detersivi che avevo in casa, li ho messi in 2 scatoloni e portati via da casa mia, lontani dal mio piccolo campione!!!
    Li ho sostituiti con i tuoi detersivi ed ora la mia missione è convertire più persone possibili, anche se già piu di qualcuno crede che sia pazza, voglio un mondo più pulito per il futuro di mio figlio e allora….
    Evviva i pannolini lavabili, evviva i detersivi fai da te ma soprattutto EVVIVA GRAZIELLA!!!!

  8. Grazie davvero di cuore Sara…così mi fai arrossire! 😉

  9. Miros scrive:

    Ciao, da poco frequento questo sito e devo dire intanto una cosa:complimenti e grazie, sto cambiando un po’ alla volta me mie abitudini e il tuo sito sta diventando un validissimo riferimento!
    Avrei un po’ di domande da farti!
    Cos’è quel filtro dell’acqua a cui fai riferimento? Tu bevi acqua della cannella..? ..E il cloro?
    Riguardo alle padelle antiaderenti, io sto cercando di usare quelle di acciaio e basta (anche sulla ceramica ho letto cose brutte), ma mi si macchiano facilmente e non sono facili da trovare..consigli su qualche marca in particolare? Io ho un impianto a gas in casa, ma dove si trova quel rilevatore a cui fai riferimento..?Comunque anche per il problema del radon dovrebbe essere sufficiente areare casa almeno 10 min al giorno, no?
    Per la muffa mi viene molto utile il tuo consiglio sulla soluz di aceto e t t oil, ma ho letto che sono irritanti per le mucose, voi vi siete trovate bene durante la vaporizzazione??
    Sui cosmetici sono abbastanza ferrata..Consiglio anche di evitare PEG, EDTA, e prodotti contenenti paraffina ed elementi che terminano in -one (siliconi).
    Ultima cosa..Per la conservazione dei cibi come la vedi la carta d’alluminio? Un enorme grazie anticipato,
    Sara.

  10. Ciao Sara,

    grazie mille per il tuo commento, mi ha fatto molto piacere! 😉

    Provo a rispondere alle tue domande:

    – di filtri per l’acqua ce ne sono di molti tipi e prezzi, diciamo che i migliori sono gli ionizzatori d’acqua, che oltre a depurare efficacemente l’acqua, la ionizzano rendendola quindi alcalina e di conseguenza addirittura curativa. Poi ci sono i filtri ad osmosi inversa, che è quello che usiamo noi a casa, che sono molto validi, ma mancando del discorso ionizzazione e filtrando fin “troppo” bene l’acqua, hai bisogno di aggiungere delle gocce alcalinizzanti (io lo faccio e ci troviamo molto bene) come queste: http://www.macrolibrarsi.it/prodotti/__alkawater-concentrato-alcalino.php
    e poi ci sono i filtri a carboni attivi che sono decisamente meno cari e possono essere un buon compromesso prima di investire per un buon depuratore (che reputo più che una spesa un ottimo investimento sulla salute). Ecco un esempio: http://www.macrolibrarsi.it/prodotti/__filtro_sanuno.php

    – Per le pentole, vanno benissimo quelle d’acciaio, non ho una marca da suggerire, l’importante è siano fatte di un buon acciaio e che abbiano un fondo spesso. Per le macchie prova a strofinarle con del sale su un panno umido oppure fagli subito bollire dell’acqua molto salata dentro e lava subito.

    – Per il rilevatore di fumi eccoti un sito dove puoi trovarlo:
    http://www.amazon.it/s/ref=nb_sb_noss?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85Z%C3%95%C3%91&url=search-alias%3Daps&field-keywords=rilevatore+monossido&rh=i%3Aaps%2Ck%3Arilevatore+monossido&ajr=0

    – Per la soluzione per la muffa io mi sono sempre trovata bene, sinceramente non ci infilo il naso dentro per intenderci…

    – La carta d’alluminio evitala, per conservare i cibi i contenitori di vetro sono l’ideale.

    Grazie per i tuoi consigli sugli ingredienti dei cosmetici. 😉

    Buona giornata e a presto,
    Graziella

  11. mariabruna scrive:

    Ciao, sono iscritta alla newsletter da pochi giorni, ed ho appena cominciato ad esplorare il sito.
    Mi sembra molto interessante e ricco di preziose
    informazioni.
    Complimenti!

  12. Grazie Mariabruna per il tuo commento e benvenuta! 😉

    Buona giornata,
    Graziella

Lascia un commento

;