Iscriviti alla Newsletter Gratuita!

Riceverai i nuovi post e subito in regalo per te,
l'estratto della mia guida "Bellezza Secondo Natura"

Modi Ecologici per Pulire il Tuo Forno

articolo pubblicato da il marzo 4, 2010

forno1fornoI prodotti per la pulizia del forno comuni contengono sostanze chimiche multiple, alcune delle quali piuttosto pericolose, come l’idrossido di sodio (comunemente chiamato soda caustica).

Secondo studi, i pulitori x il forno che contengono questa sostanza pericolosa se vengono a contatto con la pelle possono provocare ustioni, e se inalate possono provocare irritazioni alle vie respiratorie.

In tutti i casi comunque, resta il fatto che quando usiamo questi prodotti tutti i loro componenti si disperdono nell’ambiente, inquinandolo!.

Inoltre, la maggior parte di questi prodotti commerciali per pulire il forno sono contenuti in bombolette spray. Gli ambientalisti è da parecchio tempo che si occupano del fatto che questo tipo di contenitori causano l’ingrandimento del buco nell’ozono!.

La buona notizia però è che, fortunatamente, ci sono dei modi ecologici e salutari per eliminare il grasso ostinato che si può accumulare nel nostro forno!. Ecco quali:

1. Bicarbonato di sodio

Sicuramente il prodotto al numero 1 nella Heat Parade per la pulizia naturale (non dovrebbe mai mancare nella tua casa!). Il bicarbonato di sodio pulisce molto bene il forno. Ti basta semplicemente spruzzare all’interno del forno dell’acqua, poi cospargi il bicarbonato sulle superfici che hai bagnato. Lascialo agire per tutta la notte, e poi al mattino strofini via lo sporco.

Se lo sporco è molto ostinato, potrebbe essere necessario dare una bella grattatina decisa (con una spugna abrasiva, ad esempio), ma comunque la maggior parte dello sporco si “aggrapperà” al bicarbonato.

2. Soda (carbonato di sodio)

Da non confondere con il bicarbonato di sodio, la soda si può trovare nei negozi che vendono detersivi per il bucato. Mischia 1 parte di carbonato di sodio con 4 parti di bicarbonato di sodio; aggiungi acqua a sufficenza per formare una pasta, e spargilo nel forno. Lascialo agire per tutta la notte, poi il giorno dopo lo strofini. Assicurati di sciacquarlo bene.

3. Prodotti commerciali amici dell’ambiente

Sul mercato sono disponibili sempre più prodotti di pulizia che non contengono sostanze nocive dannose per l’ambiente e poco salutari per noi. Cercane uno che non sia contenuto dentro delle bombolette spray. Sicuramente costano un pò di più, ma credo che proteggere la salute della tua famiglia e dell’ambiente valga la spesa! 😉

4. Borace

Questo è un altro prodotto che puoi reperire nel corridoio dove ci sono i detersivi per il bucato. Generalmente si usa in aggiunta al detersivo, per dare una “spinta” al lavaggio. Ma si può anche usare per pulire il forno. Mischia i seguenti ingredienti in una bottiglietta spray: 2 cucchiai di sapone liquido, 2 cucchiaini di borace, e 1-2 tazze di acqua calda. Spruzza questa miscela dentro il tuo forno, lascialo per alcune ore e poi pulisci.

Non dimentichiamo il forno a microonde. Ti basta fare un impasto fatto con bicarbonato di soda e acqua per pulire le macchie secche provocate da un’esplosione di cibo! 😀

Semplicemente miscela il bicarbonato di sodio con l’acqua e applicalo all’interno del tuo microonde. Lascialo riposare per qualche ora o per tutta la notte; poi pulisci con un panno morbido. Nel microonde è meglio non usare spugnette abrasive.

Se vuoi ricevere altri consigli per prenderti cura della tua casa in modo ecologico e sano, iscriviti alla newsletter nel box qui a fianco e riceverai il mio ebook “Casa Naturale”.

Buona pulizia ecologica,

Graziella 

Fonte foto:’…and you call that metal thing a+bunk+bed….

Ecco cosa ti consiglio

Una Camera da Letto Ecologica per un Sonno Migliore e Più Sano
24 Modi Originali di Usare il Sale in Casa
Piante di Casa: Trucchi per Mantenerle in Salute con Soluzioni Naturali
Gestione Finanziaria "Verde"
Kit Naturale di Pulizia per i Batteri del Bagno
Tinteggia la tua Casa con Pitture "Verdi"

Comments (10)

 

  1. renata scrive:

    era proprio quello che cercavo per il mio forno.
    e per pulire le griglie unte del piano cottura in ghisa? e le fughe del pavimento? grazie infinite

  2. Ciao Renata,
    sono felice che tu abbia trovato quello che cercavi!.

    Invece per pulire le griglie dei fornelli in ghisa o i frangifiamma dei fornelli a gas, ti consiglio di metterle in ammollo in una soluzione di una tazza di bicarbonato, mezza tazza d’aceto e dalle 4 alle 6 gocce di olio essenziale a scelta (quelli di agrumi forse sono i più indicati).

    Con una vecchia paglietta metallica fine o uno spazzolino riesci anche ad eliminare lo sporco dagli interstizi.

    Per le fughe del pavimento ti consiglio, invece, una ricetta per unto e sporco ostinati, in cui c’è la super forza sgrassante dell’aceto.
    – 4 litri d’acqua
    – 2 cucchiai di sapone di marsiglia liquido
    – 1/4 di tazza di soda
    – 1 tazza d’aceto
    – 20 gocce di olio essenziale di eucalipto, menta piperita o tea tree.
    Versa tutti gli ingredienti in un secchio e buon divertimento! 😉 Non serve risciacquare…

    A presto,
    Graziella

  3. Gaia scrive:

    articolo utlissimo!
    grazie dei consigli

  4. Grazie Gaia, felice di esserti stata utile! 😉

    A presto,
    Graziella

  5. michela scrive:

    io sto facendo i vari spray da sola per pulire sia la cucina che il bagno.per lavare i panni uso da un anno le noci di sapone,e come ammorbidente aceto bianco e lavanda e mi trovo benissimo….
    per le macchie pero uso ancora ace gentile o aceto puro ma nn sempre funziona….volevo dire che io avevo il forno stra incrostato e ho fatto una miscela di bicarbonato e sapone per piatti(comune)e fai una pastella la disponi sul vetro lo lasci agire un bel po nel mio caso era davvero sporco un oretta e l ho rifatto poi ho comprato un rascia vetro perfetto perchè nn graffia ed ora ho un vetro del forno nuovo.
    a presto michela

  6. Sonia scrive:

    Grazie Graziella per il bellissimo articolo sullo svezzamento……vi ho trovato tanti consigli semplici e naturali!……li metterò in uso!!!……è così bello essere mamme e questo tuo sito ci aiuta tantissimo!!! Grazie!

  7. Sonia scrive:

    Volevo consigliare a tutte le mamme collegate la cura…..Dell acqua calda!!!! Il mio dottore omeopatico me la fa fare di tanto in tanto soprattutto al cambio di stagione……la mattina a digiuno un bel bicchiere di acqua calda con mezzo limone spremuto e un cucchiaino di miele. Poi faccio bollire per 15min un litro d acqua e la metto nel termos….da bere durante la giornata…..aiuta a purificarci e ad eliminare tutte le tossine accumulate durante l invernoe infine regolarizzai intestino! Bye

  8. Sonia scrive:

    Ciao Michela! Io uso la cenere del caminetto per smacchiare ( consiglio della nonna!)….. Be’,non è male! L unico problema e se non si ha il caminetto!!!

  9. Grazie Michela per il tuo commento! 😉
    Come coadiuvante per le macchie prova ad usare il percarborato di sodio, che già a 30°C rilascia ossigeno attivo ed aiuta a smacchiare ed igienizzare il bucato.

    Io lo compro qui: http://www.macrolibrarsi.it/search/?search3=percarbonato

    Buona giornata,
    Graziella

  10. Grazie Sonia, sono molto felice di sapere che l’articolo sullo svezzamento ti sia piaciuto e soprattutto che ti sarà utile.

    Grazie anche per i consigli sull’acqua calda…guarda non puoi che trovarmi d’accordissimo con quello che hai detto. Personalmente bevo acqua calda non solo nel cambio di stagione, ma tutto l’anno (solo in estate la bevo a temperatura ambiente). E’ il mio personale rito mattutino, dopo essermi lavata bene bocca e lingua (durante la notte sopra la lingua si accumulano tossine), mi bevo almeno un paio di bei bicchieri d’acqua calda e nei cambi di stagione aggiungo il limone che aiuta ulteriormente a purificare il fegato!
    Per me non c’è risveglio migliore…riattiva il metabolismo, ti da energia e ti prepara per accogliere il cibo della prima colazione. Comunque la bevo calda durante tutta la giornata.

    E’ molto importante che l’acqua sia di buona qualità e non quella del rubinetto per intenderci.

    Grazie ancora Sonia e a presto!
    Graziella

Lascia un commento

;